Il motivo è il futuro Massimo Baldi

Consigliere Regionale

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MASSIMO BALDI

Le mie idee

Sanità diffusa per ospedali di eccellenza

Una sanità diffusa è l’unica possibilità per avere ospedali d’eccellenza e garantire ai cittadini il diritto alla salute. Un progetto concreto, non solo sulla carta. Molto è stato già fatto, molto altro resta da fare nei prossimi cinque anni, perché la qualità delle cure mediche non basta mai.
Medici e infermieri presenti suo territorio, quindi, pronti a rispondere alle esigenze dei cittadini. Le tre strutture della provincia avranno una pianificazione sanitaria lungimirante e organizzata per offrire servizi di qualità a tutti i cittadini toscani.

Nessuno da solo, nessuno escluso

L’aumento dell’aspettativa di vita, l’aumento dei divorzi, l’aumento dell’età pensionabile: fenomeni sociali che hanno portato ad una normalizzazione della solitudine, dell’isolamento. La Regione si impegna ad essere concretamente accanto ai cittadini, ad uscire dal chiuso dei palazzi. Nessuno deve essere lasciato solo, nessuno deve essere escluso.

Scuola e lavoro: due estranei che devono diventare complici

Le sfide imposte dal mercato del lavoro richiedono competenze specifiche e spendibili da subito, appena i nostri ragazzi escono dal percorso scolastico. I progetti di alternanza scuola-lavoro devono essere una prassi costante e articolata: le porte delle scuole saranno aperte a professionisti veri, capaci di insegnare un mestiere per il domani delle nuove generazioni

Crisi economica, una crisi sociale

La crisi internazionale che la Toscana sta vivendo non è solo economica: è una crisi culturale e sociale che colpisce le vite dei cittadini. È necessario rispondere con una pianificazione dei servizi sociali e di assistenza, rompendo le barriere tra pubblico e privato.

Bellezza come motore dell’economia di domani

Turismo e cultura sono le vere opportunità di lavoro dei prossimi anni, opportunità che non possono essere sprecate.

Prendersi cura della nostra terra

Primo compito della politica è prendersi cura della terra che rappresenta: le emergenze costano tanto, in termini di vite umane e di risorse. Prevenire il dissesto del territorio non solo è giusto, ma conviene. Finanziamo la messa in sicurezza preventiva. E crediamo in un paesaggio fatto di lavoro, di sviluppo e di bellezza.