Il motivo è il futuro Massimo Baldi

Consigliere Regionale

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI MASSIMO BALDI

Commercio e Pubblico Esercizio nel Centro Storico: un sistema che produce lavoro e cultura

imageIl comparto del turismo e del pubblico esercizio nel Centro Storico di Pistoia non è una sommatoria di iniziative private. È un sistema, un sistema che produce lavoro, economia, ma anche società e cultura. Proprio come una fabbrica, tradizionalmente al centro dei pensieri e delle attenzioni di partiti e movimenti di sinistra. Chi lo amministra e si propone di regolamentarlo, deve farlo con questa consapevolezza.

Lo dico perché a volte si ha la sensazione che gli imprenditori del commercio e del p.e. del centro siano trattati da alcuni miei compagni di partito come potenziali usurpatori di un luogo pubblico mediante l’esercizio di interessi privati. Come un fenomeno, insomma, nei cui confronti l’attività di regolamentazione debba avere funzione ostativa e limitativa, di preservazione dello spazio pubblico come se fosse una riserva ambientale minacciata da un insediamento abusivo (eppure a Pistoia non ci sono quei minimarket h24 che Dario Nardella, giustamente, cerca di limitare a Firenze).

Chi adotta questa impostazione, tutta ideologica, non si rende conto che in realtà a rendere ‘pubblico’ il centro storico, a partire dal 2001, è stata prioritariamente se non unicamente l’iniziativa privata di questi imprenditori, che con il loro lavoro e la loro iniziativa hanno reso attraente, vivace e culturalmente fertile un centro storico che prima di allora, dopo le sette di sera, era un deserto in cui sguazzavano criminalità e consumo di stupefacenti.

Per questo sento l’esigenza di questa amichevole invasione di campo. Il regolamento sui dehors e sui dispositivi di riscaldamento esterno (i cd funghi) rischia di divenire un terreno delicato in cui si giocano le sorti del futuro produttivo e culturale del centro storico. Ed è un rischio che, proprio alla vigilia dell’anno di Pistoia Capitale Italiana della Cultura, non ci conviene correre. È dalla parte degli imprenditori, degli esercenti e dei lavoratori, e non contro di loro, che dobbiamo immaginare il centro storico di oggi e di domani.

Massimo Baldi, 6.04.2016

Pubblicato in C’est la politique, Pensamenti, Pistoia, Senza categoria